1947/2017 – 70 anni di energia per il territorio in mostra dal 2 al 20 Settembre a Pordenone

Compie settant’anni il 6 settembre prossimo la Fiera Campionaria di Pordenone, oggi Pordenone Fiere.

Dopo una prima manifestazione per ricordare l’importante compleanno, tenutasi il 7 giugno scorso nei padiglioni di viale Treviso e intitolata “Incontriamoci in Fiera” coincisa con la giornata per celebrare la Giornata Mondiale delle Fiere, ora è la volta degli eventi ufficiali.

post_mostra_70anni_fiera_pordenoneSabato 2 settembre alle ore 11 negli spazi espositivi della Provincia di Pordenone in Corso Garibaldi sarà inaugurata ufficialmente la mostra documentaria “1947/2017 – 70 anni di energia per il territorio”, curata da Guido Cecere e Maria Luisa Gaspardo Agosti. Sarà una carrellata che ripercorrerà i 70 anni della Fiera.

Le numerose immagini, le prime rigorosamente in bianco e nero, e i manifesti esposti condurranno il visitatore dagli anni della Fiera con sede alle Scuole Gabelli, a quelli in via Molinari e finalmente in viale Treviso. Tanti volti, più o meno noti, ma soprattutto tanta gente che nell’abbigliamento, nel modo di porsi e di divertirsi documenterà il mutare dei tempi. E così sarà per i prodotti esposti, per gli stand, essenziali alle origini e, a seguire, sempre più curati nel design. Accanto alla Campionaria tante immagini testimonieranno le rassegne specializzate, dalle prime, la Fiera del Radioamatore e il Tur/in nate già in via Molinari, alle recentissime e ultime AquaFarm e Rive, datate 2017. Una ha aperto l’anno, l’altra lo chiuderà.

La Fiera nata pordenonese nell’immediato secondo dopoguerra, come vetrina delle attività cittadine, nel tempo ha allargato l’ambito di provenienza degli espositori giunti dalle regioni contermini, poi da tutta Italia. Oggi Pordenone Fiere riveste un carattere internazionale. Sarà interessante ripercorrerne la storia, potremo comprendere anche la trasformazione della città, in ambito economico e sociale, il mutare degli interessi e del modus vivendi avvenuto in 70 anni. Lo si coglierà nelle trasformazioni in ambito lavorativo, con i saloni dedicati ai vari SAMU, nelle esigenze generate dai mutamenti sociali, ecco allora immagini di Fieramotori, di IoBimbo, della frequentatissima Ortogiardino e della stessa Fiera del Radioamatore che si è moltiplicata, con due edizioni ogni anno. Per arrivare a non organizzare più una sola campionaria, ma tante rassegne specialistiche.

In mostra saranno esposti i cataloghi, a partire dal primo con in copertina un’immagine delle Gabelli, alcune tessere di accesso alla Fiera, le pubblicazioni editoriali che la Fiera stessa ha promosso. Solo per citarne una, il ricercato volume sulla ceramica Galvani. Perché dire Fiera non è significato da subito solo commercio, ma anche ricerca e cultura in senso lato, lo testimonieranno le immagini del concorso “Idee” del 1970, quelle dei tanti convegni, di esponenti del mondo culturale presenti a Editexpo, le bellissime mostre allestite dall’Unione artigiani. Nelle immagini scopriremo i volti degli operatori, dei presidenti della Fiera. Di Corrado Segato, il fondatore, sarà esposto il busto realizzato in suo onore nel 50°. Accanto alle immagini alcuni testi ripercorreranno la storia della Fiera, riassumendo in forma essenziale la sua lunga vita.
Nell’atrio di accesso sarà esposta anche una Lambretta vintage, gentilmente concessa da Silvio Paronuzzi del Lambretta Club Friuli. Il celebre scooter è nato lo stesso anno della Fiera, il 1947.
La mostra sarà aperta al pubblico fino al 20 settembre.

  1. Pingback: La Fiera di Pordenone compie 70 anni. Gli eventi.

Rispondi

*

captcha *