Chiude con 10.000 visitatori il primo Pordenone Beer Show

Chiude con 10.000 visitatori il primo Pordenone Beer Show: un successo che premia la qualità dell’offerta espositiva, formativa e culturale della manifestazione.

La comunità dei birrai artigianali e gli appassionati degustatori si sono ritrovati per due weekend alla Fiera di Pordenone

Si è chiusa con successo la prima edizione di Pordenone Beer Show, Fiera della Birra Artigianale di organizzata da Pordenone Fiere.
Sono state 10.000 le persone di tutte le età che nei due weekend 20-22 e 27-29 ottobre hanno affollato il padiglione 6 del quartiere fieristico di Viale Treviso, tra stand birrari e gastronomici, degustazioni, beer tour, concerti ed esposizione di collezionismo birrario.

La Fiera di Pordenone si qualifica come tappa di riferimento nei circuiti delle manifestazioni dedicate alla birra artigianale – il commento di Renato Pujatti presidente di Pordenone Fiere, che continua – con Pordenone Beer Show abbiamo offerto ai nostri visitatori una manifestazione di qualità sia nell’offerta espositiva sia negli appuntamenti in programma. 34 birrifici artigianali con più di 150 spine, gastronomie selezionate e soprattutto eventi culturali e musicali a prova di intenditore: questo qualifica un evento fieristico nell’ambito della comunità dei birrai artigianali proprio per la capacità di unire il consumo del prodotto alla conoscenza dello stesso e lo differenzia dalla tante iniziative legate alla birra”.

Particolare interesse hanno suscitato le giovani startup birrarie che hanno fatto il loro debutto a Pordenone, arrivate anche dal Centro e Sud Italia con diverse novità – dalle birre brassate con materie prime del territorio, a prodotti non comuni da trovare come le barricate.

Hanno riscosso grande interesse le attività proposte ai visitatori mirate a far conoscere il grande mondo delle birre artigianali: degustazioni e beer tour – sorta di visite guidate agli stand –, che hanno registrato il tutto esaurito: «È stato un piacere riscontrare un interesse superiore alle attese per eventi di questo tipo – osserva la biersommelière Chiara Andreola, curatrice delle degustazioni –: è la prova che c’è un sempre maggior desiderio di conoscere il mondo della birra artigianale, e di disporre di occasioni formative e culturali per poterlo fare».

Soddisfazione è stata espressa anche da parte dei birrai, che hanno avuto occasione di poter presentare al meglio le proprie creazioni.

Rispondi

*

captcha *