Codice etico

06/09/2018
settembre 06 2018

CODICE ETICO PORDENONE FIERE S.p.A.

Premessa
Pordenone Fiere S.p.A. si occupa della realizzazione di manifestazioni fieristiche con la finalità di favorire l’incontro fra la domanda e l’offerta e di consentire la presentazione, la promozione e la commercializzazione di beni e servizi.
Pordenone Fiere S.p.A. si occupa altresì di organizzare attività convegnistiche, congressuali, esposite, culturali, dello spettacolo e del tempo libero.

La missione di Pordenone Fiere S.p.A. è quella di garantire lo sviluppo delle attività produttive e commerciali, locali e nazionali, attraverso la fornitura di servizi fieristici e convegnistici. Nell’esercizio della propria attività Pordenone Fiere S.p.A. intende osservare, oltre alle leggi e disposizioni vigenti, anche le disposizioni previste nel presente Codice Etico.

1 Principi Generali
Il Codice Etico di Pordenone Fiere S.p.A. ha l’obiettivo di definire una serie di regole, cui devono attenersi tutti coloro operano in nome e per conto della società.
All’osservanza di quanto stabilito sono tenuti:

  • I rappresentanti degli organi sociali ed i dirigenti
  • I dipendenti
  • I collaboratori esterni, i quali debbono essere opportunamente informati delle regole di condotta contenute nel Codice

a) Principi Etici
Vengono elencati i principi fondamentali che Pordenone Fiere S.p.A. riconosce come basilari per la propria attività e ai quali debbono far riferimento tutti i soggetti coinvolti:

  • Legalità
    Pordenone Fiere S.p.A. agisce nel rispetto delle leggi, del Codice Etico e delle procedure interne
  • Imparzialità
    Pordenone Fiere S.p.A. nei rapporti con i propri clienti, fornitori, collaboratori evita qualsiasi forma di discriminazione che sia basata sul genere sessuale, sulla razza, sul ceto, sull’origine nazionale, sulla lingua, sulla religione, sulle opinioni politiche e filosofiche, sull’appartenenza ad associazioni politiche o sindacali, sullo stato di salute, sull’età salvo quanto previsto dalla normativa in vigore
  • Onestà
    Nello svolgimento di qualsiasi attività i dipendenti di Pordenone Fiere S.p.A. ed i collaboratori esterni sono tenuti ad applicare le leggi vigenti, il Codice Etico ed i regolamenti interni. In nessun caso il perseguimento dell’interesse o di qualsiasi vantaggio per Pordenone Fiere S.p.A. può giustificare un agire non conforme alle leggi vigenti, al Codice Etico, ai regolamenti interni ed in generale ad una linea di condotta non onesta
  • Correttezza
    Nell’ambito di qualsiasi attività i soggetti coinvolti non devono risultare, o anche solo apparire, in conflitto di interesse
  • Rapporti con organismi di controllo
    I rapporti con gli organismi di controllo sono ispirati a principi di trasparenza, completezza, veridicità e correttezza delle informazioni. Non potranno essere taciute o distorte le informazioni che, in base alla normativa vigente, debbono essere comunicate agli organismi di controllo
  • Riservatezza
    Pordenone Fiere S.p.A. garantisce la riservatezza delle informazioni in proprio possesso e si astiene dal ricercare dati riservati salvo il caso di espressa e consapevole autorizzazione in conformità alle norme giuridiche vigenti. I dipendenti ed i collaboratori sono tenuti a non utilizzare informazioni riservate per scopi non connessi all’esercizio delle proprie mansioni lavorative
  • Tutela della sicurezza e della salute
    Pordenone Fiere S.p.A. applica integralmente nella propria attività quanto previsto dal D. Lgs 81/2008 e s.m.i. e garantisce ai propri dipendenti e collaboratori un ambiente di lavoro adeguato dal punto di vista della sicurezza e salute adottando tutte le misure necessarie richieste dalla normativa vigente
  • Antiriciclaggio
    Né Pordenone Fiere S.p.A. né i propri dipendenti dovranno, in alcun modo ed in alcuna circostanza, essere implicati in vicende relative al riciclaggio di denaro proveniente da attività illecite o criminali.
    Prima di stabilire relazioni o stipulare contratti con fornitori si dovrà accertarsi dell’integrità morale e della reputazione della controparte
    Pordenone Fiere S.p.A. si impegna a rispettare tutte le norme e disposizioni, sia nazionali che
    internazionali, in tema di antiriciclaggio
  • Rapporti con le Istituzioni Pubbliche
    I rapporti con la Pubblica Amministrazione sono improntati alla massima trasparenza e correttezza.
    Pordenone Fiere S.p.A. intrattiene le necessarie relazioni, nel rispetto dei ruoli e delle funzioni con spirito di massima collaborazione con le Amministrazioni dello Stato, delle Regioni e degli altri enti locali
    Chiunque operi per Pordenone Fiere S.p.A. non può offrire, direttamente o tramite terzi, somme di denaro o altri benefici a pubblici ufficiali o ad incaricati di pubblico servizio. Tali prescrizioni non possono essere eluse con il ricorso a forme di contribuzione che, sotto veste di sponsorizzazioni, incarichi, consulenze o pubblicità abbiano, di fatto, le stesse finalità non lecite e vietate. Atti di cortesia, omaggi e forme di ospitalità verso pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio, devono sempre essere previamente autorizzati secondo le specifiche procedure aziendali; essi possono essere consentiti purché di modico valore e tali da poter essere considerati usuali a condizione che ciò comunque non comprometta l’integrità e la reputazione di Pordenone Fiere S.p.A. e non influenzi l’autonomia di giudizio del destinatario; essi dovranno essere comunicati all’Organismo di Vigilanza previsto dal Modello di Organizzazione; allo stesso modo i dipendenti e i collaboratori non possono ricevere omaggi o altri benefici se non nei limiti delle normali relazioni di cortesia e purché di modico valore
  • Rapporti con istituzioni ed aziende private
    Pordenone Fiere S.p.A. con le proprie attività favorisce lo sviluppo dei settori coinvolti e rappresentati. Nella conduzione dei rapporti economici con istituzioni ed aziende private i
    rappresentanti degli organi sociali, i dipendenti ed i collaboratori devono agire secondo il principio della correttezza professionale, dell’efficienza e dell’efficacia. La valutazione dei fornitori deve prevedere anche la valutazione della qualità e del prezzo dei diversi beni e servizi proposti secondo criteri di efficienza ed efficacia

2 Principi di condotta con altri interlocutori

  • Rapporti con partiti politici, organizzazioni sindacali e associazioni
    Pordenone Fiere S.p.A. non svolge alcuna forma di pressione indebita, diretta o indiretta, su esponenti politici o sindacali anche tramite i propri dipendenti o collaboratori. Gli amministratori, i dipendenti non possono svolgere attività politica durante l’orario di lavoro o utilizzare beni o attrezzature della società a tale scopo; dovranno inoltre chiarire che le eventuali opinioni politiche da loro espresse a terzi sono strettamente personali, non rappresentando, pertanto l’opinione e l’orientamento della società
  • Rapporti con i media
    Pordenone Fiere S.p.A. ritiene per la propria attività che i media abbiano un ruolo fondamentale della diffusione delle informazioni. Essa gestisce i rapporti con i suoi interlocutori ispirandosi al principio di trasparenza e impegnandosi a informare costantemente delle proprie attività tutti i propri interlocutori
    L’attività di comunicazione e divulgazione di notizie relative all’attività della società è riservata esclusivamente alle funzioni competenti è fatto divieto a tutte le altre persone di diffondere notizie inerenti Pordenone Fiere S.p.A. senza la preventiva autorizzazione
    Tutto il personale deve astenersi dal diffondere notizie false e fuorvianti

3 Rapporti con i dipendenti

  • Pordenone Fiere S.p.A. favorisce e presta attenzione alla crescita professionale e personale dei propri dipendenti, predispone un ambiente di lavoro ricettivo stimolando la proposizione dei contributi professionali dei singoli e si adopera per coinvolgere le persone nella condivisione degli obiettivi e nell’assunzione di responsabilità coerenti con i ruoli ricoperti
    Le politiche di selezione, di retribuzione e di formazione dei dipendenti, sono ispirate a criteri di professionalità, di competenza e di merito, rifiutando ogni tipo di discriminazione o pressione di qualsivoglia provenienza volte a favorire l’assunzione o l’affidamento di incarichi
    I dipendenti ed i collaboratori esterni sono tenuti ad agire con imparzialità evitando qualsiasi disparità di trattamento e che si impegnino al mantenimento di un clima interno rispettoso della dignità e della personalità di ognuno
    Le assunzioni avvengono nel pieno rispetto di tutte le norme legali e contrattuali favorendo l’inserimento del lavoratore nell’ambiente di lavoro

4 Rapporti con fornitori e consulenti

  • – Pordenone Fiere S.p.A. porta a conoscenza dei fornitori e consulenti il contenuto del presente Codice Etico
    – I fornitori ed i consulenti dovranno sottoscrivere idonee dichiarazioni di conoscenza dei principi ivi contenuti, impegnandosi ad osservarli nell’ambito dei rapporti con Pordenone Fiere S.p.A. e a non porre in essere alcun comportamento che violi tali principi

5 Controllo
Pordenone Fiere S.p.A. verifica sistematicamente la propria attività, conservando traccia di ogni operazione intrapresa al fine di consentire la sua registrazione contabile con ricostruzione delle motivazioni e l’individuazione delle responsabilità. Al fine di procedere alla verifica della gestione per renderla conforme alle norme di legge, gli amministratori e i dipendenti sono tenuti al rispetto delle norme preposte alla registrazione degli accadimenti riguardanti la società in funzione delle responsabilità e dei ruoli ricoperti.
I componenti degli organi sociali, i dipendenti e i collaboratori sono tenuti a non utilizzare le risorse materiali e immateriali, gli immobili ed il patrimonio di informazioni di proprietà di Pordenone Fiere S.p.A. per scopi personali o non legati all’attività sociale.

6 Attuazione e controllo del Codice Etico

  • Comunicazione: il Codice Etico è portato a conoscenza dei dipendenti e collaboratori esterni mediante apposite attività di comunicazione. Allo scopo di assicurare la corretta comprensione del Codice Etico “il referente “predispone e realizza un piano annuale di comunicazione volto a favorire la conoscenza dei principi e delle norme del Codice Etico
  • Segnalazione: tutti i dipendenti e collaboratori possono segnalare, per iscritto o per via telematica e in forma non anonima, ogni violazione o sospetto di violazione del Codice Etico all’Organismo di Vigilanza che provvederà ad una analisi della segnalazione, ascoltando se si ritiene necessario l’autore ed il responsabile della presunta violazione
  • Violazioni: l’osservanza delle disposizioni contenute nel presente Codice Etico deve ritenersi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali previste per i dipendenti di Pordenone Fiere S.p.A. ai sensi dell’art. 2104 del Codice Civile, nonché per i collaboratori esterni con riferimento al rapporto contrattuale in essere Pordenone Fiere S.p.A. provvederà ad irrogare, con coerenza, imparzialità ed uniformità sanzioni proporzionate alle rispettive violazioni del Codice Etico e conformi alle vigenti disposizioni in materia
    di regolamentazione dei rapporti di lavoro
    In caso di violazione del Codice Etico compiute da parte dei dipendenti i relativi provvedimenti saranno adottati e le relative sanzioni saranno irrogate nel pieno rispetto dell’art. 7, della Legge n. 300/70, della normativa vigente e di quanto stabilito dalla contrattazione collettiva in vigore
    Le singole infrazioni punibili e le relative sanazioni irrogabili saranno stabilite in apposito documento da affiggere in luogo accessibile a tutti
    Il Codice Etico stabilisce l’obbligatorietà dell’azione disciplinare in caso di inosservanza delle norme comportamentali da esso definite
    La violazione delle norme del Codice Etico costituisce infrazione del vincolo fiduciario inerente al mandato dei componenti gli organi sociali con ogni conseguenza di legge
    L’Organismo di Vigilanza, a norma del D.Lgs. 231/01, deve essere informato in ordine a qualsiasi provvedimento adottato in conseguenza di contestate violazioni del presente Codice Etico.