La 52^ edizione di Fiera del Radioamatore Hi-Fi Car si conclude con un grande risultato di pubblico.

Grande successo anche sul web con oltre 50.000 pagine consultate nel sito, 5.000 solo nel primo giorno di manifestazione un milione i contatti sui social

radioamatore2017

Con una domenica di grande folla si è chiusa domenica 23 aprile alla Fiera di Pordenone la 52^ edizione di Fiera del Radioamatore Hi Fi Car, manifestazione dedicata all’elettronica e all’informatica. Anche con questa edizione Radioamatore di Pordenone che si conferma il Salone leader in Italia nel suo settore e il secondo per importanza in Europa dopo l’International Exhibition for Radio Amateurs di Friedrichshafen in Germania.

I visitatori hanno raggiunto gli stessi numeri record dello scorso anno con circa 30.000 presenze. Boom di contatti sul web: nelle ultime settimane 50.000 pagine consultate nel sito di cui ben 5.000 il 22 aprile, giorno di apertura. Tutto questo movimento grazie a“Radioamatore Broadcast”, il nuovo progetto di “comunicazione crossmediale” messo in atto per la prima volta in occasione di una manifestazione fieristica in Italia proprio da Fiera del Radioamatore Hi-Fi Car con la consulenza di Gabriele Gobbo di MacPremium, web agency di Radioamatore. I contenuti che sono stati creati in fiera, interviste, chat, interventi on-air, in streaming, reportage video e fotografici, sono stati postati in tempo reale e messi a disposizione degli utenti di 15 social media nei quali Radioamatore è presente in maniera coordinata e massiccia con propri profili digitali: Facebook, Twitter, YouTube e Instagram per citare solo i più popolari.

Per due giorni Fiera del Radioamatore Hi-Fi Car si è trasformata in un hub di comunicazione trasversale che ha permesso di vivere a tutti gli appassionati in tempo reale gli eventi e le novità che sono state presentate durante la manifestazione.

Il segreto di tanta popolarità di Fiera del Radioamatore Hi-Fi Car? Sicuramente è la sua capacità di innovarsi allargando i confini originari della storica mostra mercato, anticipare le tendenze del settore, gli interessi degli utenti più giovani e presentare tutte le ultime novità tecnologiche. E questo pur mantenendo fede alla sua mission che è quella di fiera low cost dedicata al mondo della radiantistica, al fai da te elettronico e informatico con un’anima libera e indipendente. Fiera del Radioamatore 2017 è stata un evento di riferimento anche nel mondo digital grazie a Tech Days, iniziativa realizzata in collaborazione con Fondazione Friuli: un programma di incontri, dimostrazioni, mostre dedicate alle novità nel mondo dell’informatica di consumo con focus sui prodotti marchiati Apple. Ai makers, artigiani digitali era dedicato un importante palcoscenico nel padiglione 5 dove alcuni tra i principali laboratori del Friuli Venezia Giulia e del Veneto si sono uniti per dare vita a un grande makerspace temporaneo con animazione a ciclo continuo e piccoli workshop in modalità show&tell. Tra le novità di maggior interesse presentate in fiera quest’anno spicca il grande plastico ferroviario della dimensione di sei metri quadrati costruito interamente con mattoncini LEGO e schede ARDUINO grazie alle quali il modello era animato in maniera interattiva dal pubblico. Facevano parte del programma di Techdays 2017 anche la Linux Arena, area dedicata alla presentazione dei “PN LUG Projects” realizzati al 100% con Linux e il Software Libero. Molti gli appuntamenti nei 2 giorni di manifestazione che hanno accompagnato i visitatori ad approfondire la conoscenza delle piattaforme Apple IOS e Linux Ubuntu il software libero: lo scopo era quello di aiutare gli appassionati ad usare tutti le funzioni dei propri dispositivi mobile (tablet, smartphone) integrate ai desktop ma anche insegnare o approfondire la conoscenza del linguaggio di programmazione, offrendo così un’occasione di formazione in un settore in piena evoluzione anche in Italia da cui potrebbe nascere uno sbocco professionale o una specializzazione. Quello dei droni è un settore in continua evoluzione e all’interno della più importante manifestazione italiana dedicata all’elettronica e informatica non poteva mancare un focus su queste tecnologie. In uno spazio espositivo intitolato Dronetech sono stati presentati diversi modelli da quelli più evoluti a quelli più commerciali mentre esperti del settore erano a disposizione del pubblico per rispondere alle domande sull’utilizzo, la regolamentazione e la costruzione di queste apparecchi. Avevano uno spazio all’interno del padiglione 5 anche la Polizia di Stato, presente con uno stand a cura della Questura di Pordenone insieme con la Polizia Postale e delle Comunicazioni e la Polizia Stradale e l’Arma dei Carabinieri di Pordenone, mentre nel piazzale antistante ha esposto le proprie apparecchiature il 7° Reggimento Trasmissioni  dell’esercito italiano di stanza a Sacile. La Sezione A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani) di Pordenone, partner storico di Fiera del Radioamatore è stata promotrice al padiglione 5 di numerose iniziative che hanno coinvolto soci, sezioni e semplici appassionati provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Come da tradizione spazio anche alle ultime novità dell’hi-fi car & tuning nei padiglioni 7, 8 e 9 dove centinaia di auto allestite con i migliori impianti multimediali e le più stravaganti carrozzerie ed interni si sono sfidate a colpi di kit estetici e “watt” con soluzioni innovative. Si sono tenute in fiera le Finali Nazionali di tre importanti trofei: ONE CAR AUDIO RACE “ONECAR” , “NCA” e “TUNING EXPO PORDENONE 2017”.
Nell’area esterna ai padiglioni espositivi c’è stata anche un’esibizione di quod.

Ha fatto il tutto esaurito l’edizione 2017 di FROGBYTE Videogames together, un evento totalmente no-profit dedicato al mondo dei videogiochi che per tre giorni consecutivi dal 21 al 23 di aprile ha raccolto centinaia di videogiocatori all’interno del padiglione 1 della Fiera del Radioamatore. Qui sono state installate 170 postazioni per pc collegati tra loro in rete dove i partecipanti hanno potuto giocare 52 ore no-stop, conoscersi e sfidarsi in tornei di tutti i tipi.
I videogiochi a Fiera del Radioamatore erano anche vintage grazie all’evento organizzato dalla Naonian Retrogaming Society che ha messo a disposizione del pubblico diverse postazioni con giochi di prima generazione che hanno attirato l’attenzione soprattutto degli over 40.

Un altro salone dedicato agli hobby e alla passione si aprirà tra 2 settimane alla Fiera di Pordenone: Nordest Colleziona, in programma sabato 6 e domenica 7 maggio

Rispondi

*

captcha *