Porte aperte agli animali: due giorni di incontri

porte-aperte-animali

Questa manifestazione di Porte aperte agli animali – ha esordito il presidente di Fiere Pordenone Renato Pujatti– è l’edizione zero di un’iniziativa che il prossimo anno vorremmo trasformare in una fiera. Si sente la necessità di affrontare tutti gli aspetti connessi al mondo animale in particolare per quelle specie definite da compagnia.

Abbiamo condiviso un percorso, – ha proseguito l’assessore Stefania Boltin – quest’anno si concretizza con due giorni di convegno ma in futuro il proposito è quello di coinvolgere vari soggetti per promuovere non lo sfruttamento ma il rispetto del mondo animale e del loro ruolo nella nostra società. Ad esempio è significativo l’impiego dei cani in servizi di carattere sociale, come gli interventi di soccorso in acqua che vorremmo far conoscere maggiormente, l’accompagnamento di non vedenti, l’uso anche per l’identificazione delle crisi di ipoglicemia”.
Sono queste le premesse emerse alla presentazione del calendario di “Porte aperte agli animali- un week end di incontri con esperti alla scoperta del mondo animale. “ che si terrà il prossimo fine settimana.
Sabato 2 e domenica 3 dicembre dunque saranno dedicati alla scoperta e alla conoscenza del mondo animale; ai cani e gatti che sono quelli di immediata associazione come animali da compagnia, ma anche ad altri animali definiti non convenzionali tuttavia sempre di compagnia e ad alcune specie selvatiche.

Il convegno sarà ospitato nella sala del Centro congressi della Fiera in viale Treviso con inizio rispettivamente alle 8.30 e alle 9.00 e si potrà accedere dall’ingresso centrale. Inoltre si sconsiglia di portare con se i propri amici animali, poiché gli incontri si tengono all’interno della sala Convegni, che a loro risulterebbe un ambiente ostile.
Sabato mattina Alessandra Marchi aprirà i lavori parlando del traffico dei cuccioli e dell’adozione, e con Claudia Marcolongo relazionerà sulla corretta detenzione e sul maltrattamento.
L’alimentazione fisiologica verrà trattata da Martina Costacurta cui seguirà un momento di confronto con il pubblico dedicato alle domande. Alla ripresa nel pomeriggio Giuseppina Malaponti e Laura D’Amore illustreranno l’attività del Nucleo delle guardie zoofile mentre Alessandro Melillo parlerà dei cosiddetti animali non convenzionali. La giornata si chiuderà con l’intervento di Elena Maschietto chiamata ad affrontare un significativo argomento a volte protagonista di tragica cronaca, l’educazione cinofila e il rapporto cane-bambino.
Domenica mattina alle 9 il convegno riprenderà con l’analisi delle caratteristiche della Pet Therapy che saranno trattate da Elena Granieri e Giulia Marangoni mentre l’attività in acqua verrà illustrata da Roberta Cagnazzo, Debora Tosetto e Stefano Candotti. Gli argomenti del pomeriggio saranno introdotti con un excursus sulla fauna selvatica e in particolare un focus su due animali; il lupo con la relazione di Lorena Castellet e Massimo Colombari e il cervo del Cansiglio a cura Francesco Mezzavilla e Stefano Candotti . Quest’ultimo inoltre, assieme a Sergio Vaccher e Ferdinando Terrazzani presenterà una rassegna di fotografie naturalistiche con effetti sonori. Il tema sulle colonie feline, che in città sono oltre un centinaio, curato da Giuseppina Malaponti con lo spazio riservato alle eventuali domande, concluderà i due giorni dedicati al mondo animale.

L’incontro “Porte aperte agli animali” è il frutto della collaborazione tra il Comune di Pordenone, Pordenone Fiere, Lega Italiana difesa animali e ambiente, Anche noi a cavallo, OIPA Pordenone, b-dog e La Colita – educazione a cultura cinofila -. Ingresso libero senza alcuna prenotazione.

Rispondi

*

captcha *